Loading...

Blog

Idee, curiosità e novità dal mondo MM Developer
Home / Blog / Articolo

Ictus 3R, la app che aiuta a combattere l'ictus cerebrale

Qualche mese fa siamo stati contattati da un team di medici ricercatori nell'ambito neurologico del CNR di Firenze insieme ad un ente chiamato A.L.I.Ce onlus, i quali, ci hanno chiesto se dato un calcolo da loro sviluppato per verificare il rischio di ictus cerebrale sulle persone, era possibile realizzare una app per smartphone che mettesse a disposizione di tutti questo strumento.

Interessati dal progetto ci siamo messi intorno ad un tavolo e tutti assieme abbiamo buttato giù le basi per realizzare ICTUS 3R la app che ti aiuta a combattere l'ictus cerebrale.

 

Vi state chiedendo a cosa serve un app del genere?

Semplice! l'ictus è un emergenza e ogni minuto è prezioso. Infatti questa app serve proprio a  imparare a conoscere i sintomi su se stessi o su chi è vicino e a reagire tempestivamente, in questi casi pochi secondi ti possono salvare la vita! Oltre a questo la app contiene anche un semplice strumento attraverso il quale, fornendo pochi dati riguardanti la propria persona, è in grado di calcolare la percentuale di rischio di avere un ictus cerebrale nei 10 anni successivi! 

 

width=300 width=300

 

A chi è rivolta ICTUS 3R?

E rivolta a tutti, giovani e meno giovani, alle persone che vogliono difendersi dall'ictus, a chi lo ha avuto e ai suoi familiari. All'interno della app troverete un vero e proprio prontuario con tantissime informazioni utili : cosa fare in caso di ictus, come comportarsi dopo, quali sono le cause scatenanti e come difendersi ed inoltre troverete la lista completa divisa per regione dei centri A.L.I.Ce Onlus , che è un importante ente che ogni giorno lavora per combattere questa malattia e per dare sostegno a chi ha bisogno.

 

 

Come può una app calcolare il rischio di ictus cerebrale?

Può sembrare impossibile ma la app ICTUS 3R è in grado di dirvi la percentuale di avere un ictus cerebrale nei prossimi 10 anni, questo ovviamente non lo diciamo noi di MM Developer, ma lo dicono i medici ricercatori del CNR, che hanno messo a punto un calcolo, il quale, avendo dei particolari dati del paziente (abbastanza basilari) è in grado di dirvi la percentuale di rischio.  Questo strumento molto interessante lo potrete trovare sulla app ICTUS 3R e attraverso pochi tocchi sul vostro smartphone sarete in grado di calcolare la percentuale di rischio di ictus cerebrale su voi stessi o su chi vi è vicino ed eventualmente correre ai ripari.

width=300 width=300

 

Dove si scarica la app che calcola il rischio di ictus cerebrale?

Se avete uno smartphone potete trovare la app ICTUS 3R nei due principali store mobile : APP Store e Google Play, qui sotto postiamo i due link:

 

width=200 width=200

 

Se invece volete vedere usare la app da pc in modalità web app, potete connetrvi  al sito dedidcato alla app  

La app ICTUS 3R è stata trattata come argomento di vari congressi in tutto il mondo ed è stata citata anche da PubMed  che sta per Pubblicazioni MedichePubMed è un sito di servizio della U.S.National Library of Medicine dove che nasce dall'esigenza di molti medici di avere scambio scientifico e facile accesso ai lavori dei propri colleghi:fornisce infatti abstract riguardanti articoli scientifici, leggete la pagina dedicata a ICTUS 3R da qui

 

Chi ha contribuito alla realizzazione della app ICTUS 3R?

Sviluppatori : MM Developer (cioè noi :D )

Testi : Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Neuroscienze, Firenze; Università di Firenze, Dipartimento  NEUROFARBA, Sezione di Neuroscienze.

Finanziamento : A.L.I.Ce. Toscana (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) Sezione di Firenze Onlus, nell’ambito del Progetto dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ICTUS: Comunicazione & Innovazione, in collaborazione con la Federazione Nazionale A.L.I.Ce. ITALIA Onlus con i giornalisti della Redazione di FUORI TG del TG3 (vincitori della prima edizione del Premio Giornalistico A.L.I.Ce. Italia Onlus).

Linea grafica : Assessorato alla Salute della Regione Toscana. Campagna informativa regionale 2014. 

Ringraziamenti speciali : Dr.ssa Marzia Baldereschi, Dr. Antonio Di Carlo, Dr.ssa Benedetta Piccardi, Dott.ssa Maria Elena Della Santa, che hanno contribuito in maniera attiva alla realizzazione di questo utile e interesstante progetto.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Iscriviti alla nostra newsletter

 
Fidati di noi, non ti invieremo mai dello spam

Vuoi delle info più precise?

Contattaci e ti risponderemo nel più breve tempo possibile